Per gli USA la regolamentazione delle criptovalute è una questione
di sicurezza nazionale


ENGLISH VERSION

Per gli USA la regolamentazione delle criptovalute è una questione di sicurezza nazionale

Sotto la guida del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, è probabile che la Casa Bianca rilasci un ordine esecutivo, chiedendo alle agenzie federali di avvicinarsi al settore delle criptovalute come una questione di sicurezza nazionale. Secondo la fonte che ha familiarità con il piano della Casa Bianca, il memorandum sulla sicurezza nazionale dovrebbe essere rilasciato nelle prossime settimane, ha riferito Barron. Il memorandum incaricherebbe gli enti governativi di analizzare lo spazio crittografico e progettare un quadro normativo per tutti i suoi settori, da Bitcoin, a stablecoin e NFT.
Venerdì scorso, Bloomberg ha riferito che la Casa Bianca si sta preparando a “mettersi al centro della politica crittografica degli Stati Uniti”, citando fonti anonime che hanno familiarità con la questione. Il rapporto ha rivelato che alti funzionari dell’amministrazione sono nella fase avanzata della stesura dell’ordine esecutivo.

Secondo quanto riferito, il documento “descrive in dettaglio le sfide economiche, normative e di sicurezza nazionale poste dalle criptovalute”, richiedendo rapporti da parte delle agenzie governative entro la seconda metà dell’anno. Vari studi condotti da agenzie federali, tra cui il Dipartimento di Stato e il Dipartimento del Commercio, aiuterebbero a personalizzare una strategia normativa completa.
Incaricati di indagare su tutti gli aspetti del settore, i rapporti delle agenzie dovrebbero valutare i possibili impatti sistemici della crittografia, analizzare i suoi casi d’uso illeciti, ma anche pesare e proteggere il ruolo competitivo del paese nello spazio.
La maggiore attenzione del governo degli Stati Uniti sulla regolamentazione delle criptovalute viene abbinata all’esplorazione della possibilità di emissione di CBDC, poiché la Federal Reserve ha recentemente pubblicato un rapporto preliminare sulla questione, aprendo un periodo di feedback pubblico fino a maggio. Tuttavia, gli Stati Uniti non sono soli nella questione, con paesi come l’India e la Russia che attualmente rimuginano sui modi per regolamentare il settore delle criptovalute e adottare leggi fiscali.

ARTICOLO PER USA