Molte banche di Wall Street stanno espandendo la ricerca crittografica


ENGLISH VERSION

Molte banche di Wall Street stanno espandendo la ricerca crittografica

Le banche d’investimento statunitensi hanno a lungo prodotto ricerche sulle risorse digitali, ma ora vogliono prestare maggiore attenzione al settore, poiché il numero di grandi aziende quotate in borsa che operano nello spazio cresce e i mercati delle criptovalute si stanno riversando nella finanza tradizionale. Alla fine dello scorso anno, Morgan Stanley ha annunciato che Sheena Shah avrebbe guidato un nuovo team che copre l’ecosistema crittografico, mentre Bank of America ha annunciato la propria unità di copertura crittografica a ottobre.
Coinbase ha una lunga lista di analisti che coprono le sue azioni, tra cui ricercatori di Citi, JPMorgan, Goldman Sachs e Raymond James. Oltre a coprire il business delle aziende crittografiche, gli analisti hanno analizzato anche i prezzi dei token, i nuovi sviluppi tecnologici nello spazio blockchain e altri argomenti.
“Se si guarda al numero di aziende che menzionano le criptovalute, questo è passato da circa 17 l’anno scorso a circa 147 nel trimestre più recente”, ha recentemente dichiarato Candace Browning, capo della ricerca globale di BofA Securities a Bloomberg TV.

La tendenza è stata alimentata anche da rebrand, come nel Meta (ex Facebook) e Block (ex Square) volti a evidenziare le ambizioni crittografiche. Per quanto riguarda il metaverso, la nuova parola d’ordine crittografica di nicchia è stata menzionata dai dirigenti di Bumble, Qualcomm e Tencent durante le conferenze sugli utili del terzo trimestre.
In mezzo al crescente intrigo sulle criptovalute, Jefferies ha creato un team di ricerca dedicato ai pagamenti e alla ricerca di azioni crittografiche. L’azienda è attualmente alla ricerca di collaboratori per l’unità che si occupa di “criptovaluta e tecnologia blockchain”. Canaccord Genuity sta cercando di creare una figura simile, che si interfaccerà con i team di gestione aziendale e scriverà rapporti di ricerca.
Credit Suisse, nel frattempo, sta cercando di creare figure che si occupino di cripto e risorse digitali a livello di VP, anche secondo quanto traspare da un annuncio di lavoro. La persona addetta a quel ruolo dovrebbe redigere rapporti sull’industria crittografica e presentarli ai clienti istituzionali e gestire il patrimonio dell’azienda.

di Alessandro Crea
martedì 1 Febbraio 2022 16:00