McDonald’s risponde alla richiesta di Elon Musk di accettare dogecoin


ENGLISH VERSION

McDonald’s risponde alla richiesta di Elon Musk di accettare dogecoin

Come riportato di recente, il multimiliardario Elon Musk aveva chiesto a Mc Donald’s di accettare dogecoin nei suoi punti vendita, promettendo in cambio di mangiare un Happy Meal in televisione. McDonald’s ha però risposto twittando che accetterà dogecoin solo se Tesla accetterà “Grimacecoin”. Il nome della criptovaluta inventata è stato ispirato da Grimace, una creatura antropomorfa viola che ha iniziato ad apparire negli spot pubblicitari di McDonald’s nei primi anni 1970.
Originariamente doveva essere un personaggio dall’aspetto meschino con quattro braccia che avrebbe rubato i frappè dei bambini. Tuttavia, Roy Bergold, responsabile creativo di McDonald’s, ha dichiarato a QSR Magazine che “Evil Grimace” si era rivelato un fallimento perché era troppo spaventoso per i bambini. Pochi minuti dopo il tweet di McDonald’s, qualcuno ha creato un vero e proprio token chiamato “Grimacecoin” su Binance Smart Chain che è subito salito del 261.000% in poche ore prima di crollare.

La community dogecoin è quindi stata in gran parte insoddisfatta della risposta. Molti hanno sottolineato il fatto che il team di marketing dell’azienda ha impiegato oltre 10 ore per elaborare un’offerta del genere. Il co-fondatore di dogecoin Billy Markus ha commentato che il tweet di Grimacecoin era un esempio da manuale di come rendere qualcosa di divertente poco divertente.

ARTICOLO MUSK