L’Iran sperimenterà presto la valuta digitale della banca centrale


ENGLISH VERSION

L’Iran sperimenterà presto la valuta digitale della banca centrale

Secondo un rapporto dell’agenzia di stampa iraniana per il lavoro, il vice governatore della Banca Centrale Iraniana ha affermato che le CBDC potrebbero aiutare il Paese a risolvere le incongruenze finanziarie, per questo l’Iran starebbe pianificando di avviare a breve un progetto pilota.
Lo sviluppo di una valuta digitale sovrana in Iran è iniziato nel 2018 presso l’Informatics Services Corporation, il braccio esecutivo della CBI. La fase di sviluppo è stata completata e un progetto pilota sarà lanciato a breve. Tuttavia, CBI non ha rivelato molti dettagli sul periodo di tempo.
Secondo quanto riferito, la CBDC iraniana è stata sviluppata utilizzando la piattaforma Hyperledger Fabric ospitata dalla Linux Foundation. Cointelegraph ha contattato Hyperledger per un commento, ma non ha ricevuto una risposta al momento della pubblicazione. L’Iran ha sperimentato notevoli difficoltà finanziarie ed economiche a causa delle pesanti sanzioni economiche imposte dagli Stati Uniti.

In mezzo a questi problemi, l’Iran si è rivolto alle criptovalute ed è stato tra i primi paesi a legalizzare il mining di Bitcoin (BTC) nella speranza di rilanciare l’economia. Tuttavia, ha dovuto chiudere temporaneamente le operazioni di mining in numerose occasioni a causa di gravi carenze di energia e blackout.
L’Iran sta anche cercando di utilizzare le criptovalute per il commercio internazionale, nella speranza di aggirare le sanzioni commerciali. Come riportato da Cointelegraph, CBI e il Ministero del Commercio hanno raggiunto un accordo per collegare la piattaforma di pagamento del CBI a un sistema di trading che consente alle aziende di regolare i pagamenti utilizzando le criptovalute.
Al momento, quasi 100 nazioni stanno lavorando su una valuta digitale sovrana, mentre solo una manciata di loro ha raggiunto la fase pilota. La Cina è attualmente in prima linea: ha completato il suo sviluppo CBDC nel 2019 e attualmente la sta testando in massa in varie province e settori di vendita al dettaglio.
Francia e Svizzera hanno effettuato diversi progetti pilota transfrontalieri. Corea del Sud, Giappone e Russia dovrebbero effettuare prove nel 2022, mentre gli Stati Uniti sono ancora in fase di discussione. Secondo il tracker Atlantic CBDC, nove nazioni hanno già lanciato la loro CBDC, 14 sono in fase pilota, 16 sono in fase di sviluppo, 41 nazioni stanno ancora facendo ricerca e due nazioni hanno cancellato i loro piani CBDC.

ARTICOLO IRAN