Il Myanmar pensa alle stablecoin dopo il fallimento di una valuta digitale


ENGLISH VERSION

Il Myanmar pensa alle stablecoin dopo il fallimento di una valuta digitale

Un gruppo democratico del Myanmar ha approvato l’uso di Tether in un atto di sfida contro il dominio militare. Tether è una stablecoin ancorata al dollaro USA. In un post su Facebook, il ministro delle Finanze Tin Tun Naing ha affermato che “[Tether] è stato ufficialmente riconosciuto per uso domestico per semplificare i servizi e il sistema di pagamento”. Ciò ha di fatto annullato un precedente avviso della banca centrale, che dichiarava illegali tutte le risorse digitali, minacciando di perseguire i trasgressori.
I militari hanno ottenuto il controllo del Paese nel febbraio 2021. Il governo di unità nazionale (NUG) è stato formato dopo che i militari hanno reso nulli i membri del parlamento democratico eletti nel 2020. Alcuni ex membri parlamentari fanno parte del NUG. Tether potrebbe rivelarsi un’arma efficace contro i militari che ora emettono il denaro fiat del Paese.

Tether fornisce una strada per le rimesse non monitorate e un’alternativa alla valuta fiat, il kyat. Il NUG ha emesso obbligazioni a tasso zero per finanziare le sue attività nel novembre 2021, rendendo possibile l’utilizzo di Tether per le transazioni dell’obbligazione. In realtà già lo scorso anno un gruppo anonimo ha creato una risorsa digitale chiamata Myanmar Dollar (MYD), che mirava a liberare i cittadini dando loro la gestione dei propri beni senza un sistema monetario centralizzato.
Il 55% doveva essere distribuito ai cittadini e il 45 al NUG per finanziare nuove iniziative. Il MYD ha cessato l’attività nel dicembre 2021, il suo sito web è stato chiuso. Secondo un esperto di tecnologia dell’informazione locale, il gruppo “non è riuscito a costruire un mercato e i cittadini che hanno appoggiato l’iniziativa non sono stati in grado di ricevere MYD”.

ARTICOLO MYAM